Servizi live stream a confronto: alcuni esempi pratici

Questa settimana ho avuto l’opportunità di confrontarmi con 3 tipologie di eventi trasmessi live su internet ed ho quindi l’occasione di affrontare l’argomento mettendo a confronto 3 soluzioni molto diverse.

Caso 1

Nel primo caso la nostra società ha fornito il servizio di live stream collaborando con il DA.MA Video per la diretta dei lavori del Convegno regionale sul turismo dell’Emilia Romagna per circa 8 ore di trasmissione pressoché continuative.

Per questo servizio ci siamo serviti di soluzioni professionali sia per la ripresa che per l’acquisizione di audio e video, in quanto risultava molto importante che la qualità dell’audio fosse ottimale per permettere a tutti gli spettatori remoti di seguire agevolmente i lavori del convegno. Visualizza un esempio di intervento registrato durante l’evento.

In particolare, oltre alla qualità dell’immagine e dell’audio, reputo importante ed utile aver fornito dopo poche ore i filmati anche sotto forma di archivio consultabile online, per garantire agli interessati la possibilità di accedere ai contenuti che eventualmente si desiderava rivedere.

Il servizio è stato realizzato utilizzando la piattaforma Livestream.com che di norma offre garanzie di qualità, multi-standard di enconding che permette la visione anche da palmari e smartphone e non meno importante una regia virtuale che ci ha permesso di titolare gli interventi e registrarli uno per uno, in maniera automatica.

[hr style=dotted-line margin_top= margin_bottom=]

Caso 2

Il secondo evento a cui ho assistito questa settimana in qualità di spettatore è il TEDx Trento.

Dopo una settimana la redazione del TEDx Trento non ha ancora pubblicato foto e video.
Dopo una settimana la redazione del TEDx Trento non ha ancora pubblicato foto e video.

L’evento è stato organizzato molto bene, salvo qualche piccola sbavatura durante la registrazione e nei rinfreschi, ma sicuramente grazie alla regia video ben strutturata immagino che l’evento in live stream si sia goduto perfettamente (purtroppo non ho avuto modo di verificarlo).

Quello che però mi ha profondamente meravigliato è il fatto che dopo un’intera settimana dalla fine dell’evento non sono ancora stati pubblicati i contenuti, nessuno dei video o delle numerosissime foto che sono state scattate durante la giornata. Io stesso ho inviato una trentina di foto, ma a parte un paio di scatti sul canale social, sembra che la redazione web dell’evento npn non sia ancora riuscita ad elaborare tutto il materiale.

A mio modesto parere in questo genere di attività è importantissimo battere il ferro quando è caldo, e se si vuole sfruttare l’entusiasmo e l’effetto virale dei partecipanti è fondamentale disporre di service reattivi ed in grado di fornire il materiale in post-produzione video entro poche ore (o giorni) dal termine dell’evento.

[hr style=dotted-line margin_top= margin_bottom=]

Caso 3

In fine oggi ho avuto la possibilità di collaborare al sito del Comune di Rimini predisposto per la promozione del Capodanno 2013.

In questo caso i responsabili del comune ci hanno fornito l’embed da inserire nella pagina home del sito al fine di trasmettere la conferenza stampa  di lancio dell’edizione 2013 ed il servizio di live stream è stato gestito tramite un account gratuito su Ustream.tv.

Visualizza sul canale la conferenza stampa Capodanno 2013. La qualità della ripresa video ma soprattutto dell’audio sono scarse e questo è decisamente da imputare alla scelta di utilizzare per la ripresa attrezzature di bassa qualità.

La cosa più curiosa rimane comunque la scelta di utilizzare un servizio gratuito (l’intera conferenza è risultata interrotta e coperta da messaggi pubblicitari decisamente poco consoni all’evento), anche se la versione premium di Ustream non è poi molto costosa ma completa e di maggiore qualità.

[hr style=dotted-line margin_top= margin_bottom=]

Conclusioni

Le soluzioni per fornire un servizio di live stream di un evento sono diverse, come diversi sono i costi che si possono sostenere in funzione di molteplici parametri qualitativi:

  • la banda internet offerta
  • la location da cui si trasmette
  • le attrezzature ed i servizi utilizzati
  • gli operatori e fornitori del servizio

Esistono molteplici servizi di trasmissione ed alcuni di essi possono essere utilizzati in modo gratuito (YouTube Live – Livestream) come diverse possono essere le problematiche che si possono incontrare e le soluzioni che si decide di adottare  (approfondisci con l’articolo sulle diverse tipologie di servizio live stream).

Spesso è più opportuno effettuare una buona ripresa audio/video e trasmetterla poi via YouTube in differita (può essere fatto a meno di mezzora dopo la fine dell’evento) piuttosto che cercare di offrire un live scadente dell’evento (vedi il nostro consiglio per quando conviene utilizzare il servizio live stream).

In altri casi, bisogna ricordarsi che l’attenzione degli utenti è di breve memoria, quindi è più importante riuscire a produrre e distribuire i contenuti entro poche ore/giorni dall’evento piuttosto che attendere settimane per avere un prodotto perfetto.

Vedi anche l’articolo sul mantenere vivo l’engagement degli utenti sul tuo evento Live Stream che approfondisce come utilizzare un Form e MailChip.