Free è la parola chiave di Apple durante l’evento del 22 Ottobre

Cupertino, 22 Ottobre 2013 – Apple rilascia l’ultima versione di Mac OS X   10.9 – nome in codice Mavericks – e per la prima volta rende l’aggiornamento totalmente gratuito per tutti gli utenti del Mac.

Contestualmente viene reso noto anche che la politica di rilascio gratuito della suite per ufficio  iWork inaugurata con il nuovo iOS 7 viene estesa anche alla versione desktop per Mac OS X di Numbers, Pages e Keynote.

App free di Apple

La notizia è di non secondaria importanza e permette a tutti gli utenti di Mac OS e di iOS di utilizzare alcuni ottimi software senza dover sborsare un euro in più.

Risulta pertanto evidente come l’egemonia del software di Microsoft che ha caratterizzato gli ultimi 15 anni dell’ informatica, oggi risulta particolarmente messa in crisi accerchiata da Apple e Google con le proprie soluzioni sempre più apprezzate dagli utenti di tutto il mondo – anche nel mondo business – e le varie applicazioni online che per funzionare non richiedono altro che un browser.

Solo pochi anni fa risultava praticamente impossibile pensare di lavorare in un ufficio senza avere la suite Office di Microsoft, mentre oggi le alternative come Google Apps, iWork ed OpenOffice permettono di operare perfettamente senza alcun problema.

Tornando al nuovo sistema operativo di Apple, ecco una pagina interessate che illustra alcune delle novità disponibili dopo l’aggiornamento; ricordiamo ancora a tutti i nostri clienti che è sempre opportuno attendere qualche giorno prima di eseguire l’aggiornamento su sistemi di lavoro e produzione, aspettando di verificare la completa compatibilità con gli strumenti utilizzati in azienda: consiglio di leggere questo articolo dove vengono elencati le principali incompatibilità e problemi che possono sorgere con l’aggiornamento.

In ogni caso, è sempre meglio eseguire l’aggiornamento progressivamente su di uno o due sistemi, magari quelli non propriamente più critici come la contabilità o il server, e poi attendere qualche giorno prima di procedere con tutti gli altri.

La nuova versione del OS può comunque essere installata sui seguenti sistemi:

  • iMac (metà 2007 o più recente)
  • MacBook (fine 2008 in alluminio, inizio 2009 o più recente)
  • MacBook Pro (metà/fine 2007 o più recente)
  • MacBook Air (fine 2008 o più recente)
  • Mac mini (inizio 2009 o più recente)
  • Mac Pro (inizio 2008 o più recente)
  • Xserve (inizio 2009)

Trovi in questo link una guida di Apple su come procedere autonomamente, ma ricorda che devi prima aver eseguito un backup di tutto il computer con Time Machine e devi avere qualche ora libera per eseguire con sicurezza l’intera procedura.

Se desideri vedere l’intero video della presentazione: http://www.apple.com/it/apple-events/october-2013/