Come rinnovare il tuo Mac o iPhone senza spendere un capitale

Periodicamente è opportuno rinnovare il parco macchine aziendale,  sostituendo i vecchi modelli di Macbook, iMac o iPhone con nuovi e più aggiornati.

Le applicazioni ed i sistemi operativi diventano sempre più esigenti e la produttività lavorativa può aumentare considerevolmente se il nostro compagno di lavoro tecnologico è aggiornato e veloce.

Se disponi di un Macbook o un iMac prodotto prima dell’anno 2011  (puoi determinare questo tipo di informazione dal menù Mela>Informazioni su questo Mac) esiste una buona probabilità che il tuo disco rigido sia di tipo tradizionale ed un incremento notevole di velocità puoi ottenerlo sostituendolo con una disco SSD (chiamate anche Unità disco Flash).Informazioni su questo Mac

La tecnologia SSD viene oggi impiegata da Apple su molti suoi prodotti e permette un incremento di prestazioni notevole, velocizzando sia il tempo di accensione e caricamento delle applicazioni, che talune funzionalità del sistema operativo.

Per sapere che tipo di disco ha il nostro Mac possiamo accedere dalla sopra indicata finestra, alla tab Archivio

Informazioni di sistema

In taluni casi il nostro iMac può disporre di una configurazione ibrida, definita FusionDrive ed in questo caso la sostituzione non è necessaria.

In tutti gli altri casi, con una spesa che complessivamente va dai 150 ai 250 euro (mano d’opera inclusa) è possibile sostituire il proprio disco interno con una unità Flash da 256 – 512 GB ed ottenere un immediato beneficio sul proprio Mac.

Un altro mezzo di incremento che si può considerare è l’aumento della Memoria RAM: tale intervento in genere è realizzabile solo sui modelli più vecchi (dal 2009 al 2012 in funzione del tipo di computer) dove sia presente uno o più slot di RAM.

Sui modelli più recenti di Mac gli slot di RAM ed il disco non sono sostituibili (o perlomeno non è opportuno/conveniente farlo) ed in questo caso non vi sono molte alternative, se non cambiare il computer con uno nuovo.

Di norma il Mac usato ha un valore piuttosto alto

Una soluzione può essere, pertanto, quella di vendere o riciclare il proprio Mac (passandolo ad un collega con esigenze minori) e valutare l’acquisto di un nuovo modello.

Rispetto al mondo Windows, Apple dispone di una gamma molto più limitata e circoscritta di modelli, e pertanto risulta più semplice la scelta: comunque è sempre buona norma consultarsi prima con uno specialista di Farnedi ICT per chiedere un consiglio sull’acquisto migliore per le proprie necessità lavorative (la consulenza di questo tipo è gratuita).

La nostra società non effettua vendita di prodotti Apple (ci è espressamente vietato dall’accordo con Apple in quanto  membri del Apple Consultants Network)  ma possiamo affiancare il cliente nella scelta migliore  e fornirgli indicazioni su dove acquistare il prodotto scelto.

In questi giorni, ad esempio, Apple ci ha comunicato la disponibilità di un nuovo prodotto finanziario chiamato Apple 80% che può risultare molto interessante per quelle aziende che sono solite a rinnovare il proprio parco macchine con regolarità.

L’offerta di Apple, in collaborazione con la finanziaria Ge-Capital, permette di noleggiare per 2 anni attrezzatura Apple (iMac, Macbook e iOS iPhone o uPad) con un costo pari al 80% del costo di listino pagato in rate trimestrali senza interessi.

Ovviamente alla fine del noleggio, il bene torna alla finanziaria e possiamo noleggiare un nuovo set di attrezzature aggiornato all’ultima tecnologia.

Per le imprese il bene fiscalmente è trattato come un costo puro e viene pertanto detratto dalle spese al 100% ed immediatamente e questo tipo di modalità si affianca ad altre simili già in voga nel software (Adobe CC o Microsoft 365) ove il bene non diventa più un asset aziendale ma un semplice strumento che si paga se lo si utilizza.

noleggio apple 80

Conviene a tutti?

Come già detto, il prodotto Apple usato mantiene il valore (in genere un Mac di 2 anni può valere fino al 50% del costo originale) e risulta evidente che con la pratica di noleggio operativo tale valore va perduto.

Ma è altrettanto vero che non tutti hanno convenienza nel trattare in merce usata, nella gestione delle problematiche di smaltimento, supporto e ammortamento.

Tutti questi costi sono esclusi dal noleggio e per una società in attivo finanziario può essere maggiore il beneficio fiscale complessivo prodotto dal noleggio ed il fatto che si dispone di un pc sempre nuovo.

Chiedi un appuntamento ad uno dei nostri consulenti

Ti aiuteremo a capire quale sia la soluzione migliore per il rinnovamento del tuo parco macchine Apple:

  • potenziare il parco esistente con un upgrade
  • acquistarne nuovo (ti aiuteremo a vendere l’usato in eccedenza) magari con un leasing (sempre da Ge-capital)
  • noleggiare da Apple con l’offerta 80%